Internazionali

Tokio. Si è concluso con la vittoria dell'Italia il Torneo Mondiale di Qualificazione Olimpica. La squadra di Marco Bonitta, che nella giornata finale ha avuto la meglio per 3-0 sul Kazakhstan è l'unica ad aver raccolto sei vittorie nelle sette partite disputate. Il successo è arrivato grazie alla affermazione al tie-break del Giappone sull'Olanda.
Questa vittoria, per quanto non porti nulla di materiale, deve essere intesa con un risulto di buon auspicio per il futuro di una formazione che soltanto dall'inizio dell'anno ha voltato pagina.

Tokyo. Le azzurre del volley fanno un altro passo verso la qualificazione olimpica. Del Core e compagne hanno vinto anche la seconda gara, superando per  3-1 (17-25 25-16 25-17 25-16) la Thailandia, formazione fortissima in difesa e molto combattiva. L'Italia dopo un primo set da dimenticare ha cambiato marcia e con grande personalità ha rimontato e chiuso il match senza più soffrire. Vittoria importante che consente alle ragazze di Marco Bonitta di arrivare al primo giorno di riposo a punteggio pieno e di poter preparare al meglio e senza troppe pressioni, il fondamentale impegno di martedì con la Repubblica Dominicana, che se vinto potrebbe allargare e di parecchio le chance tricolori di arrivare a Rio de Janeiro.
Per recuperare lo svantaggio e ribaltare la situazione il ct azzurro, che era partito con la solita formazione ha dovuto far ricorso alla panchina inserendo già nella seconda parte del primo set Sylla ed Egonu per Piccinini ed Ortolani, poi nel secondo Danesi per Chirichella. Schierato in formazione molto "verde", ma con importanti punti di riferimento in Del Core, Guiggi e De Gennaro, il "mix" del tecnico di Ravenna ha cominciato a macinare gioco. La ricezione, migliorata, ha permesso ad Orro di variare il suo gioco, il resto lo hanno fatto il servizio ed il muro: fondamentali in cui l'Italia è stata decisamente superiore.
Sugli scudi la capitana Del Core, che ha realizzato ancora (come contro la Corea) 15 punti, accanto a lei bene la giovane centrale Danesi (che ha chiuso con 7/7 100% in attacco). Come sempre affidabilissime Guiggi e De Gennaro. Orro ha guidato la squadra con giusto equilibrio, Sylla ha messo in mostra la sua "gioia" di giocare ed ha chiuso in crescendo. Egonu, best scorer del match con 17 punti ha martellato con la solita potenza, è stata brava a muro, ma fallosissima al servizio.
L'Italia. come tutto il torneo domani osserverà un turno di riposo, il prossimo impegno ce lo avrà martedì 17 maggio alle 05.45 con la Dominicana, che oggi ha clamorosamente perso anche con il Perù (3-0) e che vede le sue speranze di qualificazione davvero ridotte al lumicino. 
Antonella Del Core - "Siamo partite molto contratte  e loro ci hanno aggredito dall'inizio. Sapevamo che diversamente dalla Corea le thailandesi praticano con un gioco molto veloce. In avvio non siamo riuscite a contrastarle, poi gli abbiamo preso le misure e portato a casa un successo importante:  siamo state davvero brave".
Anna Danesi - "Giocare contro una squadra come la Thailandia che fa delle combinazioni d'attacco uno dei punti di forza non è affatto facile. Noi siamo riuscite a rimanere sempre molto concentrate e alla fine abbiamo portato a casa il risultato. E' la seconda vittoria, un risultato importante: dobbiamo battere più avversarie possibili per conquistare la qualificazione e centrare il nostro obiettivo di andare a Rio 2016"
Martina Guiggi - "Oggi è stato più difficile vincere, anche più del giorno dell'esordio con la Corea, penso per la stanchezza che si è accumulata. Loro hanno un gioco che si fa fatica a contrastare. Sbucavano da tutte le parte ed era difficile contrastarle. alla fine ce l'abbiamo fatta a prendere le contromisure ed a vincere un match davvero importante".

ITALIA-THAILANDIA 3-1 (17-25 25-16 25-17 25-16)
ITALIA:  Orro 3, Del Core 15, Chirichella 9, Ortolani, Piccinini 2, Guiggi 10, De Gennaro (L). Sylla 11 , Egonu 17, Danesi 11, Gennari . Non entrate:  Centoni, Malinov, Sirressi (L), All. Bonitta.
THAILANDIA: Nuekjang 8, Thinkaow 10, Sittirak 7, Tomkom 2, Kanthong 4, Kongyot  15, Pannoy (L), Sanitklang, Moksri 3, Guepard, Apinyapong. Non entrate: Bamrungsuk, Kokram, Buakaew (L). all. Radchatagriengkai.
ARBITRI: Macias (Mex) e Dudek (Pol)
Spettatori: 1800. Durata set: 24, 24, 20, 20.
Italia: bs 11, a 8, mv 11, et 25.
Thailandia: bs 4, a 1, mv 5, et 14. 

RISULTATI - 1a giornata - 14 maggio: Corea del Sud-Italia 1-3; Thailandia-Dominicana 3-1; Kazakhistan-Olanda 1-3; Giappone-Perù 3-0. 2a giornata - 15 maggio: Italia-Thailandia 3-1; Perù-Dominicana 3-0 (25-22 25-16 26-24); Olanda-Corea del Sud; Giappone-Kazakhistan.
CLASSIFICA - Italia 2 vittorie (6 punti); Olanda 1v (3p), Giappone 1v (3p), Perù 1v (3p), Thailandia 1v (3p); Corea del Sud 0v (0p), Dominicana 0v (0p), Kazakhstan 0v (0p) 
CALENDARIO - 3a giornata - 17 maggio: Kazakhistan-Perù; Dominicana-Italia (ore 05.45); Thailandia-Olanda; Corea del Sud-Giappone. 4a giornata - 18 maggio: Perù-Italia (ore 03.00); Kazakhistan-Corea del Sud; Olanda-Dominicana; Giappone-Thailandia. 5a giornata - 20 maggio: Thailandia-Kazakhistan; Corea del Sud-Perù; Italia-Olanda (ore 08.30); Giappone-Dominicana. 6a giornata - 21 maggio: Corea del Sud-Thailandia; Kazakhistan- Rep. Dominicana; Perù-Olanda; Italia-Giappone (ore 12.10). 7a giornata - 22 maggio: Rep. Dominicana - Corea del Sud; Thailandia - Perù; Italia-Kazakhistan (ore 8.30); Olanda - Giappone. 
Nota: gli orari indicati sono quelli italiani
FORMULA - La competizione, che si svolgerà con la formula del round robin (tutti contro tutti), qualificherà per Rio 2016 la prima asiatica in classifica e le tre migliori formazioni della graduatoria finale.
TELEVISIONE - Tutte le gare della nazionale azzurra saranno trasmesse in diretta da RaiSport.

Fonte: Ufficio Stampa Federvolley

Si è svolta questa mattina a Firenze, nel prestigioso Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, la conferenza stampa di presentazione della fase toscana dei Campionati Mondiali Maschili 2018, organizzati congiuntamente da Italia e Bulgaria. Di fronte a una platea gremita il sindaco del capoluogo toscano Dario Nardella e il presidente Fipav Carlo Magri hanno ufficializzato che una fase della prossima rassegna iridata verrà ospitata da Firenze. A fare gli onori di casa è stato il primo cittadino toscano: “Abbiamo voluto fortemente l’organizzazione di una fase del Mondiale perché, come dimostrano le esperienze passate, il volley a Firenze riscuote sempre un grande successo. Alcuni esempi sono la rassegna iridata 2010, la Final Six 2014 e per ultimo la partita a Piazza Santa Croce della nazionale femminile. La nostra è una città che ogni volta accoglie con entusiasmo le nazionali azzurre di pallavolo e sono convinto sarà così anche nel 2018. Firenze ha una forte tradizione pallavolistica e lo dimostra l’elevato numero di ragazzini che praticano questo sport. Voglio ringraziare il presidente Magri per averci dato l’opportunità di fare parte di questo nuovo progetto, siamo convinti che con le nostre capacità organizzative daremo lustro e onore a tutto il Paese.”

È seguito poi l’intervento del presidente Carlo Magri: “Parlare di pallavolo in una location eccezionale come il Salone dei Cinquecento è qualcosa che mi rende estremamente orgoglioso. Firenze è una città che non ha bisogno di presentazioni, sono certo che solo il nome invoglierà tanti appassionati a seguire dal vivo il Mondiale. Se, poi, oltre alla bellezza si abbinano le grandi doti organizzative evidenziate negli eventi passati si crea un connubio perfetto per la pallavolo. Voglio ringraziare il Sindaco Nardella per l’entusiasmo che ha subito dimostrato verso questa nuova avventura, così come l’intera municipalità e naturalmente il nostro comitato territoriale.”
Nel corso della presentazione è intervenuto Gabriele Toccafondi, Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Istruzione, che ha ribadito la forza del movimento pallavolistico come testimoniano i dati dei Giochi Studenteschi, nei quali il volley primeggia per numero di praticanti con 166000 ragazzi coinvolti.
Significative anche le parole di Andrea Vannucci, Assessore allo Sport del Comune di Firenze, che ha confessato la sua grande passione per la pallavolo. In sala erano presenti numerose scolaresche degli istituti toscani, il consigliere federale Agostino Pantani e il tre volte Campione del Mondo Marco Bracci.
 
Firenze e il grande volley
La città di Firenze può essere considerata come una delle “culle del volley”. Da sempre infatti il capoluogo toscano ha ospitato grandi eventi internazionali, una lunga storia costellata di successi della nostra Nazionale che proprio a Firenze ha giocato match entusiasmanti contro le più forti Nazionali del mondo.
Negli ultimi 30 anni in Toscana, infatti, sono stati disputati Tornei di Qualificazioni Olimpiche (1988), una Final Six di World League (2014), varie tappe di World League (2007, 2008, 2009, 2010, 2012, 2013, 2014, 2015) e proprio un girone dei Campionati del Mondo Maschili 2010.
Non solo volley maschile però in Toscana dato che proprio nella città di Dante Alighieri, la nazionale in rosa di Marco Bonitta ha disputato una prima, storica, partita outdoor in Piazza Santa Croce nel settembre dello scorso anno. (Italia-Azerbaijan, 9 settembre 2015).
Oltre alla pallavolo internazionale tanti sono stati i successi e le giornate da ricordare per il volley fiorentino e toscano in generale con i cinque successi tricolori della Ruini Firenze tra gli anni ’60 e ’70 (1963-1964, 1964-65, 1967-1968, 1970-1971, 1972-1973) e i tre consecutivi della Valdagna Scandicci dal 1973 al 1976 (1973-1974, 1974-1975 e 1975-1976).

Fonte: Federvolley.it
Credit Foto: Mauro Sani


Il tecnico della nazionale femminile, Marco Bonitta, ha stilato la lista delle 20 giocatrici tra le quali sceglierà la squadra che parteciperà dal 14 al 22 maggio prossimi al Torneo Mondiale di Qualificazione per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016. Dell'elenco fanno parte le alzatrici Malinov, Orro e Signorile; gli opposto Centoni, Diouf e Ortolani; i liberi De Gennaro, Sansonna e Sirressi; le schiacciatrici Del Core, Egonu, Gennari, Guerra, Piccinini e Sylla; le centrali Chirichella, Danesi, Folie, Guiggi e Melandri. 

Si è chiusa con un ottimo secondo posto la cavalcata nell’Open di Vitoria degli azzurri Paolo Nicolai e Daniele Lupo. La coppia dell’Aeronautica Militare in finale ha dovuto cedere ai fortissimi campioni del Mondo Alison Bruno 2-0 (21-13, 21-18), che si sono confermati ancora una volta il binomio numero 1 a livello internazionale. Nella gara che assegnava il primo posto del torneo, i ragazzi guidati da Matteo Varnier hanno faticato a reggere il ritmo degli avversari nel primo set, mentre nel secondo hanno dato vita ad un bel tentativo di rimonta.

Supercoppa 2023