Internazionali

Il ct della nazionale azzurra femminile, Marco Bonitta, ha scelto le quattordici atlete che prenderanno parte al Torneo Continentale di Qualificazione Olimpica in programma ad Ankara dal 4 al 9 gennaio 2016.

Alzatrici: Francesca Ferretti (Liu Jo Modena) ed Alessia Orro (Club Italia)
Opposti: Nadia Centoni (Galatasaray Istanbul) e Valentina Diouf (Liu Jo Modena)
Centrali: Cristina Chirichella (Igor Novara), Anna Danesi (Club Italia) e Martina Guiggi (Igor Novara)
Martelli: Lucia Bosetti (Fenerbahce Istanbul), Antonella Del Core (Dinamo Kazan), Paola Egonu (Club Italia), Anastasia Guerra (Club Italia), Alessia Gennari (Foppapedretti Bergamo)
Liberi: Monica De Gennaro (Imoco Conegliano) e Stefania Sansonna (Igor Novara).
La squadra azzurra si radunerà al Centro Pavesi, a Milano, nella serata del giorno di Natale; poi il 27 dicembre partirà per la Germania, direzione Schwerin, dove svolgerà la sua preparazione in uno stage con la nazionale tedesca. Il trasferimento ad Ankara è in programma il 2 gennaio.

Fonte: Federazione Italiana Pallavolo

Il Mondiale 2018 sarà la quarta rassegna iridata di pallavolo organizzata dal nostro paese: 1978 Mondiale Maschile, 2010 Mondiale Maschile, 2014 Mondiale Femminile.

1978 (Maschile) - Il primo mondiale italiano si è svolto nel 1978 in sei città: Ancona, Bergamo, Parma, Udine, Venezia e Roma. Gli azzurri di Carmelo Pittera furono protagonisti di una splendida cavalcata che valse una sorprendente medaglia d’argento: fermati sono in finale (in un PalaEur stracolmo) dall’inarrestabile URSS. Per il volley italiano il secondo posto ha rappresentato il primo grande risultato internazionale assoluto, un podio che fece innamorare della pallavolo mezza Italia. L’impresa è passata alla storia come “Il Gabbiano d’Argento”, dal titolo del film prodotto dalla Fipav per celebrare i successi di Negri e compagni.

Si è svolta oggi a Roma, all’interno della sede federale, un’importante riunione nella quale si è parlato della candidatura italo-bulgara per l’organizzazione del Mondiale Maschile 2018, avanzata negli scorsi mesi, approfondendo i diversi aspetti contrattuali. 

All’incontro la Federazione Italiana Pallavolo è stata rappresentata dal presidente Carlo Magri, dal vice presidente Pietro Bruno Cattaneo, dal consigliere nazionale Luciano Cecchi e dal segretario generale Alberto Rabiti. 

Presenti per la Federazione Bulgara il presidente Dancho Lazarov e il vice presidente Ivan Todorov; per la Confederazione Europea il presidente Aleksandar Boricic insieme al vice presidente Renato Arena e infine per la Federazione Mondiale una delegazione guidata dal direttore generale Fabio Azevedo.

Fonte: ufficio stampa Fipav

Qual. Olimpiche Femminili - Il calendario del torneo di Ankara
La CEV ha ufficializzato oggi il calendario del torneo femminile per la Qualificazione Olimpica europea che si disputerà ad Ankara (4-9 gennaio 2016) e nel quale saranno presenti le azzurre di Marco Bonitta. L’Italia esordirà il 5 gennaio contro la Russia, per poi il giorno successivo affrontare il Belgio e il 7 gennaio la Polonia. L’8 e il 9 gennaio sono in programma semifinali e finali che assegneranno alla prima classificata il pass per Rio 2016, mentre la seconda e la terza si guadagneranno l’accesso al torneo di Qualificazione Olimpica Mondiale. 

Sofia. L'Italia ha battuto per 3-1 la Bulgaria ed ha conquistato la medaglia di bronzo. Successo meritato dei ragazzi di Blengini, che hanno dimenticato in fretta la sconfitta in semifinale contro la Slovenia e sono tornati in campo con l'intenzione di chiudere al meglio una stagione davvero positiva.
Un alloro (la 13ma medaglia della storia italiana negli Europei maschili con un bilancio di 6 ori, 4 argenti e 3 terzi posti) che gratifica una squadra che ha giocato nel giro 41 giorni 18 gare di alto livello internazionale vincendone 15! Vincendo questo bronzo, dopo l'argento in World Cup e soprattutto la qualificazione olimpica.
Non è stata una gara facile, anche se l'Italia spinta da un eccezionale Ivan Zaytsev (26 punti, 70% in attacco, 4 battute vincenti) ha vinto con grande personalità primo e secondo set, poi si è rilassata quel tanto che ha permesso all'orgoglio della squadra di casa sostenuta da 11mila tifosi di tornare in partita e riaprire i giochi.
Nel quarto l'Italia ha dovuto lottare rimontare un vantaggio iniziale della formazione di Konstantinov, poi con una lunga serie di servizi positivi di Zaytsev sembrava aver preso lo slancio giusto verso la medaglia. Ma le cinque lunghezze di vantaggio si sono assottigliate in un momento. Sul 18-17 l'Italia ha reagito e poi allungato portando a casa una meritata vittoria.

Supercoppa 2023