Campionati Regionali

In una location da brividi, il Salone dei 500 di Palazzo Vecchio a Firenze, davanti ad un parterre eccezionale composto di campioni, personaggi della politica e dello sport si è svolta la cerimonia di sorteggio del Mondiale maschile 2018, che si giocherà dal 9 al 30 settembre in Italia (compresa la fase finale di Torino che assegnerà il titolo) e Bulgaria.
Ad estrarre i bussolotti due grandissimi campioni azzurri, due campioni del mondo: Francesca Piccinini e Samuele Papi. Le loro “mani” sono state abbastanza buone con la squadra di Gianlorenzo Blengini, già accoppiata nella pool A (che comincerà con una gara al Foro Italico di Roma e proseguirà a Firenze) per regolamento all’Argentina. L’Italia troverà sulla sua strada squadre di buona tradizione, certamente avversarie non insormontabili, ma da non da affrontare con sufficienza: Giappone, Belgio, Slovenia e Repubblica Dominicana. Sono stati inizialmente evitati spauracchi come Serbia e Francia, inserite nella stessa urna del Giappone, ma per avanzare alla seconda fase, Giannelli e compagni, dovranno battere squadre in crescita, come quella belga (che ha battuto l’Italia nell’ultimo rassegna continentale) e il sestetto sloveno, che ormai da anni in molti suoi effettivi è protagonista della nostra Superlega.

Senza dimenticare il Giappone, squadra piena di giovani talenti pronti a sbocciare.
Il girone più equilibrato (ma anche più bello a livello tecnico) della prima fase è la pool C che si giocherà a Bari: in campo tre big mondiali, Stati Uniti, Russia e Serbia.
Quello che possiamo dire sin da oggi è che si preannuncia un Mondiale spettacolare che riempirà di pallavolo la penisola e per lunghe gionate anche la Bulgaria.

Questa la composizione dei quattro gironi della prima fase, usciti dal sorteggio svoltosi oggi a Firenze.

Pool A (Roma e Firenze) – Italia, Argentina, Giappone, Belgio, Slovenia, Dominicana.

Pool B (Ruse) – Brasile, Canada, Francia, Egitto, Cina, Olanda.

Pool C (Bari) – Stati Uniti, Russia, Serbia, Australia, Tunisia, Camerun

Pool D (Varna) – Bulgaria, Polonia, Iran, Cuba, Finlandia, Porto Rico.

Alla Cerimonia di sorteggio di Firenze sono intervenute tante personalità politiche, sportive e non. Intervento significativo quello del ministro dello Sport on. Luca Lotti: “Crediamo nei grandi eventi sportivi. Vogliamo dimostrarlo al mondo intero attraverso il modo di lavorare. Investiremo in futuro nei grandi eventi sportivi in Italia”. A far gli onori di casa il Sindaco del capoluogo toscano, Dario Nardella: “Ringrazio il mondo della pallavolo. Convinto che Firenze e le altre città saranno in grado di organizzare un grande evento. La pallavolo appassionerà l’intero popolo italiano”.

Visibilmente contento per la partecipazione all’evento il presidente federale Pietro Bruno Cattaneo: “Ringrazio il Ministro Luca Lotti e il sindaco di Firenze Dario Nardella, per l’ospitalità che ci hanno offerto e per le belle parole che hanno rivolto al nostro movimento. Sono felice di vedere qui tanti campioni che ci hanno fatto gioire e festeggiare in tantissime occasioni. Credo ci siano tutti i presupposti per fare bene a questi Mondiali. Noi vogliamo dimostrare all’Italia, che lo sport non è solo il Calcio. La pallavolo oggi è un grande spettacolo e sono convinto che faremo innamorare gli italiani regalando tante emozioni”.

Le parole di Coach Blengini Il primo girone è abbordabile, ma con qualche sassolino da toglierci (Il Belgio ndr). Guardando più avanti dovremo affrontare alcune delle big Mondiali, come Stati Uniti, Francia, Russia, però come ci insegna l’ultimo Europeo le partite vanno giocate in campo e non sulla carta. Stiamo lavorando per portare tutti i nostri giocatori elegibili al Mondiale. Abbiamo una grande responsabilità a rappresentare l’Italia in una manifestazione così importante, ma anche un grande orgoglio di essere chiamati a farlo”.

Fonte: Federvolley