Altre notizie

Sapporo. È iniziato con una vittoria il Campionato Mondiale femminile 2018 della nazionale italiana che in mattinata ha battuto 3-0 (25-15, 25-19, 25-22) la Bulgaria. Convincente la prestazione delle azzurre, nettamente superiori rispetto alle avversarie mai capaci, ad eccezione delle prime fasi del secondo set, di impensierire le ragazze di Davide Mazzanti. La gara di oggi ha segnato l’esordio in campo in un Mondiale per: Ofelia Malinov, Miriam Sylla, Anna Danesi, Paola Egonu, Beatrice Parrocchiale, Marina Lubian e Carlotta Cambi. Sarah Fahr (oggi a referto come secondo libero) è stata tenuta a riposo a causa di una lombosciatalgia acuta. Miglior marcatrice del match è stata Paola Egonu con 17 punti, ottimamente assistita da una brillante Miriam Sylla (16 punti). Netto il divario a muro tra le due formazioni: 11 quelli messi a segno dall'Italia (4 di Egonu) contro i 4 bulgari. Da segnalare, inoltre, la prestazione di Monica De Gennaro, autrice di molte difese determinanti. 

Domani Chirichella e compagne torneranno in campo per affrontare il Canada: ore 6.40 con diretta tv su RaiDue.          
Come formazione iniziale Davide Mazzanti si è affidato al sestetto base: Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Sylla e Bosetti, centrali Chirichella e Danesi, libero De Gennaro. 
Nel primo set buono l’approccio dell’Italia, subito determinata  a staccare le avversarie (8-6). Ofelia Malinov si è affidata spesso Miryam Sylla e la schiacciatrice azzurra ha risposto in ottima maniera (12-7). Sia il muro che il servizio tricolore hanno creato non pochi problemi alle bulgare, costrette a scivolare sempre più indietro (19-10). Le ragazze di Mazzanti hanno mantenuto sempre un ritmo alto e si sono imposte con un perentorio (25-15).      
Più complicato l’avvio della seconda frazione, l’Italia infatti ha perso lucidità in attacco e così la Bulgaria si è portata al comando (5-8). Le azzurre hanno dovuto affidarsi alla propria difesa per ritrovare ritmo, ma con calma e pazienza hanno impattato sul (13-13). Superate le difficoltà, la formazione tricolore è tornata in controllo del gioco e non ha avuto problemi ad allungare (20-14). Nel finale Malinov e compagne hanno gestito con autorevolezza il vantaggio, per poi chiudere (25-19).
Nel terzo parziale la squadra azzurra non ha commesso lo stesso errore e sin dall’inizio è balzata al comando (10-5). La Bulgaria, però, non si è arresa e grazie a un calo di ritmo dell’Italia ha trovato la parità (17-17). Sylla e compagne non si sono comunque spaventate e hanno immediatamente rispedito indietro le avversarie, andandosi a prendere la prima vittoria nella rassegna iridata (25-22).
DAVIDE MAZZANTI: "Sicuramente è stata una buona partita, all'inizio c'era un po' di tensione come penso che fosse normale per il debutto al Campionato del Mondo. In alcune cose siamo andati molto bene, mettendo anche tanta agressività nel primo set. Su certe scelte di colpo, invece, abbiamo un po' mollato in attacco nel secondo e terzo set, però vanno riconosciuti i meriti alla Bulgaria che ha fatto bene nella fase muro-difesa. Oggi ho provato un'emozione grande, non credevo così tanto onestamente. C'è la sensazione di essere fortunati di poter partecipare a un competizione importante come questa".      
MYRIAM SYLLA: "Siamo molto felici di aver iniziato bene, era importante rompere il ghiaccio nel modo giusto. A livello personale sono soddisfatta di quello che ho fatto oggi, ma penso di poter dare ancora di più e quindi non mi voglio accontentare. Aspettavamo da cinque mesi di prendere parte a questo Mondiale e sono convinta che con tutto l'impegno che abbiamo messo nel periodo di preparazione qualcosa di positivo verrà fuori sicuramente. Nel gruppo vedo tanta fiducia, quando non arriva una, c'è subito pronto l'altra a supportarla. La mia speranza è che venga fuori la grande mole di lavoro fatta. Nelle prossime partite non dovremo commettere l'errore di abbassare la concentrazione, bisogna spingere al massimo in questo girone per poter guardare avanti."
ANNA DANESI: "Sono contento per come sia andata, si sa che la prima partita spesso è complicata dal punto di vista emozionale. Siamo state brave a portare a casa il risultato pieno e adesso pensiamo subito alla prossima sfida. Speravo in un debutto così, solo nel secondo set siamo un po' partite con il freno a mano tirato, però poi la squadra ha reagito molto bene. In tutte le partite dovremo dare il massimo, perchè il livello è alto e ogni avversaria ti può creare problemi”.
BEATRICE PARROCCHIALE: "Siamo soddisfatte, è stata una bella vittoria che oltretutto serve a rompere l'emozione di partecipare al Mondiale. Anche a livello personale la prima apparizione in un Campionato del Mondo è qualcosa che non scorderò. Il mio obiettivo è rendermi utile nel miglior modo possibile alla squadra e cercherò di farlo ogni volta che Davide (Mazzanti ndr) mi chiamerà in causa".

TABELLINO: ITALIA - BULGARIA 3-0 (25-15, 25-19, 25-22)

ITALIA: Malinov 1, Sylla 16, Chirichella 9, Egonu 17, Bosetti 13, Danesi 5. Libero: De Gennaro. Cambi, Lubian, Parrocchiale. N.e: Ortolani, Nwakalor, Fahr, Pietrini. All. Mazzanti
BULGARIA: Dimitrova N. 9, Dimitrova G. 8, Karakasheva 8, Ruseva 7, Chausheva 2, Kitipova 1. Libero: Todorova. Paskova 7, Barakova, Monova. N.e: Petrova, Grigorova, Krasteva, Todorova. All. Petkov
Arbitri: Rolf (Usa) e Cacador (Bra).  
Spettatori: 620. Durata Set: 20’, 27’, 28’.      
Italia: 2 a, 7 bs, 11 m, 14 et.   
Bulgaria: 2 a, 5 bs, 4 m, 14 et.

Fonte: Federvolley